Antintrusione

Per la scelta del vostro sistema antintrusione, C.N.R. Elettronica Vi consiglia di considerare 5 fattori fondamentali:
Analisi del rischio
Progetto e tipo di impianto adatto alle proprie esigenze (Filo o Radio)
Certificazione dei prodotti
Installazione
Assistenza garantita nel tempo
L’evoluzione tecnologica, con la disponibilità di nuovi componenti elettronici, ha reso possibile la realizzazione di sistemi di allarme sostanzialmente semplici nell’uso e adeguatamente affidabili.
Gli impianti di allarme si distinguono principalmente in tre tipologie:
Protezione volumetrica interna
Protezione perimetrale interna
Protezione perimetrale esterna
La protezione volumetrica è costituita da rivelatori di movimento installati internamente all’abitazione, in funzione del tipo di locale si possono installare rivelatori volumetrici ad infrarossi passivi, a microonde, ed a tecnologie multiple.
Questo tipo di protezione è ottimale per tutelare gli ambienti quando nessuno si trova all’interno. La protezione perimetrale si realizza installato dei rivelatori di apertura, e/o di scasso, sulle porte sulle finestre dell’abitazione. Si possono installare: sensori per tapparelle, rivelatori di apertura per imposte esterne e/o finestre, antisfondamento per vetri, sensori per la protezione di balconi, barriere antiattraversamento per porte e/o finestre. Il vantaggio di questa tipologia di impianto è che si attiva prima che venga tentata una qualsiasi forma di intrusione poiché segnala tempestivamente ogni tentativo di intrusione verso l’abitazione. I sistemi sono progettati per impedire l’ingresso ed in taluni casi anche il solo avvicinamento all’area protetta sono adatti soprattutto alla protezione di edifici isolati: case, ville, condomini, capannoni industriali, eventualmente circondati da terreni (giardini, prati, parchi di proprietà). Lo scopo della protezione perimetrale esterna è quello di impedire una penetrazione di elementi indesiderati nell’ambito della zona protetta.
Questo tipo di protezione vigila soprattutto sull’incolumità fisica e psicologica degli abitanti della zona protetta. Tra le apparecchiature più utilizzate:
La barriera a infrarossi attivi che crea una protezione assimilabile ad una rete invisibile che circoscrive una zona e, l’allarme viene determinato dall’interruzione di questa rete invisibile.
Rivelatore bistatico a microonde che crea una protezione a barriera elettromagnetica e, l’allarme viene generato dalla variazione del campo elettromagnetico e dall’intruso.
Rivelatori volumetrici esterni che proteggono delle aree esterne ridotte.
La C.N.R. Elettronica Vi fornisce inoltre la possibilita di gestire in remoto il proprio impianto Antintrusione da Smartphone o tablet con OS Android/Apple.

Richiedi un preventivo gratuito